UN POST FUORI DALLE RIGHE

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestEmail this to someoneShare on Google+

Di solito scrivo post per il blog trattando dei più disparati argomenti e non ricorro a questa forma perché sul sito c’è, in genere, la possibilità di soddisfare le proprie curiosità e di avere tutte le necessarie informazioni. Ma c’è un argomento che, a mio avviso, non viene mai sviscerato, né dallo staff né nella stesura dei post per il blog da parte degli altri utenti. Tutti i frequentatori del sito imparano piuttosto in fretta che, quando si vince un’asta “Prodotti” si può, oltre che portare a termine l’acquisto del prodotto vinto, richiedere il cambio del prodotto con denaro, tramite una ricarica paypal o un pacchetto di bid.

L’unica cosa che si capisce facilmente è il rapporto tra l’importo della ricarica e il numero dei bid, perché il numero dei bid si ottiene dividendo l’importo della ricarica per 3. In sostanza i bid vengono venduti, in questa occasione, a 3 centesimi di euro cadauno. Resta, invece, un mistero come venga determinato l’importo dell’eventuale ricarica (o mi sbaglio?). Facciamo un esempio. Supponiamo che l’utente X si aggiudichi un’asta per l’acquisto di un profumo a cui venga attribuito un valore di mercato di Euro 55,00. Supponiamo anche che l’asta si chiuda ad un prezzo finale di Euro 4,77 e che, nel corso dell’asta, il nostro utente X spenda 233 bid. Supponiamo, infine, che, optando per il cambio del profumo in bid, ne ottenga 1066. Quel che è certo è che se, in alternativa, avesse scelto una ricarica paypal, avrebbe ottenuto Euro 31,98, pari a 1066 per 3 centesimi di euro. Rimane il quesito: come si calcola l’importo di euro 31,98? Premesso che io trovo che “per1cent.it” abbia molto a cuore la trasparenza, si potrà avere una risposta esauriente a questo quesito? A me piacerebbe anche che qualche utente prendesse mause e computer e scrivesse un post per il blog in cui facesse più esempi pratici, finalizzati ad una risposta, la più trasparente possibile al mio quesito. Sarebbe un modo come un altro per dare una nuova impronta al blog, facendolo diventare sempre più simile ad un “FORUM”, con l’instaurarsi di un vero e proprio colloquio tra gli utenti, pur se filtrato ed implementato dallo staff. Riusciremo a creare tutto questo ma, soprattutto, tutto questo piacerebbe alla “per1cent.it’s Communiti”?


Autore: per1cent

Condividi questo post su

Invia un Commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.